sabato 31 maggio 2008

Al Candiani...con la testa tra le nuvole!


CHE COSA SONO LE NUVOLE?
si chiedeva Pasolini un anno prima del fatidico Sessantotto, parafrasando a modo suo l'Otello di Shakespeare nelle forme di una fiaba metaforica sul destino degli uomini, dapprima ridotti a marionette e poi destinati a morire tra i rifiuti.

Una metafora di impareggiabile attualità, che ci spinge - quarant'anni dopo - a riproporre il quesito in forma di festival multidisciplinare, il primo a carattere tematico nella breve storia del Candiani Summer Fest.

Film, letture, concerti, animazioni teatrali e incontri d'autore, fra giugno e luglio, intorno ad un tema che da sempre ispira l'arte e intriga la cultura: pittori e filosofi, registi e scrittori, poeti e musicisti, in aggiunta beninteso a coloro che, per ragioni scientifiche, delle nuvole scrutano e studiano movimenti e sembianze.

Un tema concreto ed astratto al contempo, luogo fisico - ma intermittente e continuamente cangiante - dell'etere e spazio della fantasia. Con la testa tra le nuvole: non è detto di chi si distrae volentieri e vive fuori dalla realtà, campando di fantasticherie?

Eppure di quelle "fantasticherie" c'è sempre stato bisogno...

Il viaggio fra le nuvole che il Candiani propone è anche, ovviamente, un'incursione nel tempo storico di coloro che se ne sono occupati.

Un tempo che spazia da Aristofane (eccezionalmente commentato da Massimo Cacciari) ai giorni nostri, passando in ordine sparso per Baudelaire e Hikmet, Tiepolo e Magritte, Ligeti e De Andrè, il citato Pasolini e Kaurismaki, Bergman e Buñuel, Maraini, Del Giudice e tanti altri.

Un grazie di cuore a tutti coloro - e sono davvero tanti - che hanno contribuito in maniera determinante a fare di un'ideuzza, le nuvole, un progetto quantomeno originale e intrigante, che non ha anniversari da celebrare né impegni etici da onorare, soltanto il piacere di quella stessa (apparente) leggerezza di cui sono fatte le nuvole.

(Roberto Ellero)
Calendiario:

venerdì 30 maggio 2008

Poesia: PETALI DI NOSTALGIA




Sui sentieri della solitudine

fra detriti di ricordi,s'è persa

la mia anima che rantola nel tempo

alla ricerca di un perduto amore.

Gocce malate di malinconia

negli occhi tremano e mi riportano

echi e suoni d'arcane melodie.

Petali di nostalgia accarezzo

mentre il suo soave ricordo sfioro.

L'alito bagnato del vento estivo

culla sogni smarriti nell'oblio

e la mia antica tristezza consola.

Mara Penso
ha donato questa poesia alla Città di Mestre e alle sue e suoi abitanti
in occasione di: Giorni DiVersi.

giovedì 29 maggio 2008

FISCO: PROROGA A LUGLIO SCADENZE 730 E 770, UNICO SLITTA A SETTEMBRE
















Proroga delle scadenze a luglio per la presentazione del 730 e del 770.

Mentre per Unisco slitta a settembre.

In particolare, viene ufficializzata la proroga al 10 luglio dei termini di presentazione dei modelli 730 e 770 (in scadenza il 3 giugno), nonche' la proroga al 30 settembre dei termini di presentazione del modello
Unico 2008 (in scadenza il 30 luglio).


Il sottosegretario al ministero dell'Economia, Daniele Molgora, ha comunicato,
nel corso di un incontro con il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, Claudio Siciliotti, la volonta' del Governo di stabilire una proroga degli adempimenti fiscali di prossima scadenza ''venendo cosi' incontro ad alcune delle istanze che gli sono state rappresentate dalle stesse categorie professionali''

Fonte: Adnkronos

Al Candiani: incontro "Noi e Google"



Dopo aver avviato con successo numerosi progetti nell'ambito delle arti contemporanee,

il Centro Culturale Candiani apre alla cultura scientifica
con Scienza Zero, incontri e seminari di divulgazione e approfondimento
curati dal giornalista Adriano Favaro.

Il primo di questi incontri - sorta di prologo al progetto che troverà poi pieno sviluppo in autunno, rivolgendosi in particolare al mondo scolastico e alle comunità scientifiche locali - si terrà al Candiani venerdì 30 maggio alle ore 18.00 e avrà per tema la rete, Noi e Google, incentrato sull'uso e sul funzionamento dei motori di ricerca, ormai d'uso corrente anche in ambito scientifico.

A discuterne, insieme a Favaro, due illustri ospiti, studiosi del settore:

Massimo Marchiori docente di informatica all'Università di Venezia e Padova e Federico Neresini sociologo della scienza, docente dell'Università di Padova.

Ingresso libero
Fonte: Comune di Venezia

mercoledì 28 maggio 2008

A Padova: Il roseto Santa Giustina

Le mura veneziane racchiudono uno scrigno: il roseto Santa Giustina di Padova.


Lungo le mura cinquecentesche, tra il parco Treves e l'Orto botanico, ha trovato collocazione il primo Roseto comunale che si sviluppa lungo il bastione di Santa Giustina.

Il roseto, pensato come percorso didattico, consente al visitatore di immergersi in una moltitudine di odori e colori organizzato per sezioni:
lo spazio sensoriale (vista, tatto, odorato, gusto);
il percorso della storia della rosa con i principali passaggi nell'evoluzione delle rose antiche e moderne;
il percorso delle 10 rose più importanti nella classifica americana;
il percorso delle rose dedicate ai personaggi famosi vissuti nel Veneto (Rosa di Sant'Antonio, Rosa Beatrice d'Este, ecc.).

Inoltre si possono ammirare aiuole dove si accostano alle rose specie perenni, e in particolare il Lilium candidum o Giglio di Sant'Antonio.

Il roseto si trova in via Michele Sanmicheli, altezza civico 65, presso Casa Ivo Scapolo
Orari di apertura:
maggio - giugno - luglio
9:00 - 12:00
16:00 - 19:00
agosto
9:00 - 12:00
settembre - ottobre - aprile
10:00 - 12:00
15:00 - 18:00
novembre - dicembre - gennaio - febbraio - marzo
10:00 - 12:00
Ingresso libero

Fonte: padovanet

Alla Galleria Contemporaneo: SPACE WALK

SPACE WALK Pavel Mrkus
7 giugno June – 20 luglio July

Inaugurazione/Opening
venerdì 6 giugno - ore 18.30 Friday, June 6th - 18.30hrs




Il lavoro di Pavel Mrkus si addentra in una visione metaforica dell’esistenza che cerca nella trascendenza significati filosofici e sociali quali nuovi mezzi di appropriazione del reale.

Il giustapporsi tra tradizione e modernità, tra spiritualità e tecnologia attraversa tutta la sua produzione. Le sue video installazioni dischiudono una dimensione percettiva stratificata e restituiscono allo spettatore un’immagine complessa ed intensa della condizione umana.


SPACE WALK, prima personale dell’artista ceco in Italia, si sofferma su tali aspetti, toccando tematiche cosmico-esistenziali che da sempre si intrecciano nella ricerca di Pavel Mrkus.
Galleria Contemporaneo, centro pubblico per le arti visive del Comune di Venezia, in collaborazione con Büro für Kunst (Dresda), in questa occasione ospita una nuova installazione appositamente pensata e prodotta dall’artista per gli spazi della galleria. Space Game indaga l’idea di una sovrapposizione tra spazio reale e spazio virtuale, tra dimensione conscia ed inconscia e propone una visione che, alludendo ai quattro elementi della fisica empedoclea (acqua, aria, terra, fuoco), coinvolge lo spettatore in un micro-universo di immagini fluttuanti.

A questa nuova produzione si accompagnano recentissimi lavori multimediali come Iris (2008), installazione interattiva proposta per la prima volta negli spazi di Büro für Kunst e ora ulteriormente elaborata ed ampliata.

Iris è un’allegoria dei meccanismi di comunicazione contemporanea che si ispira alla figura mitologica greca della portatrice di messaggi divini legata tradizionalmente sia all’immagine dell’arcobaleno, che a quella dell’iride e, dunque, al tema della complessità dello sguardo umano. Space Walk (2006), invece, si articola in una matrice di 18 video, scaricati simultaneamente dal server della NASA. Lo spettatore, tramite l’uso del mouse, può sceglierli e selezionarli singolarmente modificandone la visualizzazione. Solo uno dei 18 video, visibile anche su schermo lcd, ritrae la lunga passeggiata di un bambino sull’arida ed impervia superficie di un pianeta a noi sconosciuto…

Pavel Mrkus (1970 Melnik - Repubblica Ceca) vive e lavora a Praga e Valdek.

La sua ricerca si colloca nel campo dell’arte video e digitale con progetti site specific. Dal 2003 è rappresentato da Büro für Kunst. Ha partecipato a mostre personali in Germania e nella Repubblica Ceca e a numerose collettive internazionali tra cui la Biennale di Venezia del 2003.

http://mrkus.ixode.org/
http://www.buero-fuer-kunst.de/


GALLERIA CONTEMPORANEO
mar-giov Tue-Thu 15.30-19.30
ven-dom Fri-Sun 10.30-12.30/15.30-19.30
chiuso il lunedì closed on Mondays
P.tta Olivotti 2 – 30171 Mestre-Venezia, Italy
http://www.galleriacontemporaneo.it/

martedì 27 maggio 2008

Osservare gli astri...a Mirano.

Nell'ambito della mostra, Astralia,

una serata dedicata all'osservazione degli astri con telescopi

a cura del Gruppo Astrofili Salese -G. Galilei-

Mercoledi' 28 maggio ore 21.15




PARDES - BARCHESSA DI VILLA DONA' DELLE ROSE
Via Miranese 42
Mirano





lunedì 26 maggio 2008

Candiani... Svelare il lato nascosto delle migrazioni

Incontro pubblico con Federica Sossi

28 Maggio 2008 ore 17.00

Centro Culturale Candiani sala conferenze


Federica Sossi dell'Università di Bergamo affronterà i temi legati ai lati più nascosti della migrazione oggi.

Presenterà il sito interamente dedicato alle storie dei migranti di cui è coordinatrice ed il suo ultimo libro "Migrare. Spazi di confinamento e strategie di esisitenza" edito da Il Saggiatore.

Una storia delle attuali migrazioni attraverso le interviste ai migranti e i loro racconti.

E' questo che si propone di sperimentare il sito http://www.storiemigranti.org/

Non una storia con una trama lineare, dunque, ma un luogo virtuale in cui far confluire una pluralità di storie, cercando un'altra modalità di fare storia del presente.

Cercando, soprattutto, un'altra modalità di dire le migrazioni, rispetto ai modi in cui vengono solitamente raccontate dalle tante terze persone istituzionali, dai mass media e dalle politiche di controllo.


Non dunque una storia fatta di tracce di passaggi, di impronte digitali, di permessi di soggiorno, di dati biometrici, di eventuali catture nei centri di detenzione e espulsioni, perché questa storia riduce i soggetti migranti a categorie, a corpi in spazi non previsti per loro, a stati di appartenenza e di arrivo.

Ma la sperimentazione di una storia capace, nelle mille voci e nel brusio di lingue da cui sono composte le attuali migrazioni, di dire anche quel carattere di azione, insieme singolare e collettivo, che il migrare comporta: uno spostamento nello spazio, certo, ma che fa movimento, nel senso che movimenta lo spazio che lascia, che attraversa, e quello in cui arriva, lo smuove, e che proprio per questo costituisce un'azione.

Non una storia a distanza, che guarda dall'alto, ma una storia in presa diretta, attraverso lo strumento delle interviste, che sono uno spazio di incontro e di ascolto tra chi chiede e chi parla, e le parole raccontate direttamente dai migranti.

Continua: qui

Incontro organizzato da:
"lecalamite", Associazione per lo studio e la diffusione delle Tecnologie Informatiche della Comunicazione, in collaborazione con il Servizio Cittadinanza delle Donne e Cultura delle differenze del Comune di Venezia.

domenica 25 maggio 2008

Ici, rimborso a richiesta




L’istanza deve essere presentata all’ufficio tributario del comune.
E va allegato il bollettino postale o il modello F24 che attesta il versamento

Il Consiglio dei ministri tenutosi a Napoli ha sancito il definitivo addio all’imposta sulla casa. La prima, quella destinata all'abitazione.
La novità riguarda già la rata che si sarebbe dovuta versare a giugno e consentirà un risparmio medio di 144 euro per famiglia.

Se l’imposta è già stata pagata,
deve essere richiesto il rimborso tramite un’apposita istanza all’ufficio tributi del comune. Non è necessaria alcuna marca da bollo, ma va allegato il bollettino postale o il modello F24 con cui si è provveduto al pagamento.

La domanda va presentata entro cinque anni dalla data di versamento dell’imposta, mentre l’ente è tenuto al rimborso entro 180 giorni dal ricevimento.

Particolare la situazione di quei lavoratori e pensionati che hanno già presentato il modello 730 facendo richiesta che parte del credito d’imposta fosse destinato al pagamento dell’Ici. Se la tassa non è ancora stata pagata il 730 può essere modificato presentando il modello 730 (o Unico) integrativo.
In alternativa sarà possibile effettuare la correzione con le dichiarazioni 2009.

Con tutta probabilità a molti contribuenti arriverà a casa il bollettino di pagamento, visto che il processo è stato avviato prima dell’entrata in vigore del decreto legge di abrogazione.
Nessun timore, è sufficiente stracciarlo.

Tornando all’abolizione, va ricordato che scompare l’imposta relativa alla casa utilizzata come abitazione. Pertinenze comprese: cantina, box o solai.
Escluse dall’esenzione le seconde case e tutte quelle di pregio, ovvero le abitazioni signorili (categoria catastale A1), le ville (A8) e gli edifici storici (A9).

Fonte: Virgilio

Fiorella Mannoia: quello che le donne non dicono

Ho sempre amato questa canzone: questo video è poesia.



Cosa ne pensate?

sabato 24 maggio 2008

Veneziano Maggio: "Incontri di viaggio"


Sabato 24 e Domenica 25 Maggio Piazzale della Stazione S.Lucia e Chiesa degli Scalzi "INCONTRI DI VIAGGIO" E APERTURA DEL PROGETTO STAZIONE SOLIDALE

Giochi per bambini, mercatino, momenti di riflessione, spettacoli teatrali proposto dall'Associazione Il Castello

Bassano...Rose in Villa Giusti

Per una rosa, per una soave rosa,
per una rosa, per una soave rosa,
per una rosa è la mia canzone.
Ascoltate signori, giovani e vecchi,
come la rosa spuntò dalla terra.
Un fiore siffatto, secondo me,
non esiste in tutto il mondo.
(da una canzone francese del XIII secolo)

Rose in Villa Giusti è un tuffo nel mondo
della rosa, nella sua fuggevole bellezza e
nella sua storia misteriosa, nei suoi profumi
e nei suoi sapori, nelle sue allegorie e
nei suoi simbolismi.
Rose in Villa Giusti è la celebrazione della
rosa, il fiore per eccellenza, il fiore che ci
allieta nel terrazzo e nel giardino. Potreste
farne a meno?



Domenica 25 Maggio 2008 ritorna "Rose in Villa Giusti", la manifestazione dedicata al mondo della rosa, il fiore per eccellenza. Potremo tornare a tuffarci nei ricami, in mille varietà di rose ed altre piante di nicchia, curiosando negli arredi per la casa e percorrendo la storia della rosa.

Quest'anno un'occasione speciale per tutti gli appassionati delle rose: visitare un itinerario creato appositamente per l'evento, nella pinacoteca del Museo di Bassano del Grappa.

Rose in Villa Giusti
Domenica 25 maggio 2008
Villa Giusti del Giardino
Bassano del Grappa
10.00-13.00 · 14.30-19.00

Fonte: Eventi e sagre

Esplosione di una supernova ripresa per la prima volta in diretta!






Lo scorso gennaio, in un giorno come tanti, l’astrofisica, Alicia Soderberg,
stava osservando lo spazio profondo attraverso lo schermo del suo computer.
In un angolo si aspettava di vedere un piccolo, monotono sbaffo,
testimonianza di una supernova vecchia di circa un mese.
Invece quello che apparve davanti ai suoi occhi fu tutt’altro che noioso.
Una luce estremamente intensa emerse dallo spazio.


Puoi vedere la simulazione in video: qui
Fonte: Virgilio

Inaugurazione del Bosco di Campalto

Il bosco di Campalto apre le sue porte e diventa bene di tutta la cittadinanza.



Sabato 24 maggio, dalle 11.30 in poi, una serie di appuntamenti inaugurerà lo spazio di sette ettari che si trova in via Cimitero.
Interverranno il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, il presidente della Immobiliare veneziana, Ezio Micelli, il presidente dell'Istituzione "Il Bosco di Mestre", Mariolina Toniolo, il progettista, architetto Andreas Kipar.

Dopo l'inaugurazione dell'albero dedicato a Giulia Abbadir, morta un anno fa per un tragico incidente in via Orlanda, ci saranno stand enogastronomici, intrattenimento con giochi per i ragazzi, un racconto-lettura di Giuliano Scabia, il concerto della "BandOrKestra.55" e lo spritz di chiusura.

Per ulteriori informazioni:
www.ilboscodimestre.it

Fonte: Comune di Venezia

venerdì 23 maggio 2008

Padova: ultimi giorni per visitare la Fiera Campionaria!



La Fiera Campionaria che si svolge presso il quartiere fieristico di Padova è tra gli eventi a maggior affluenza di pubblico.
Oltre 250.000 le presenze registrate nelle passate edizioni della Fiera Campionaria, a testimoniare il successo di una manifestazione che coinvolge un’ampia gamma di categorie merceologiche.
La vetrina espositiva della Fiera Campionaria di Padova ampia scelta su artigianato,
prodotti per la casa, prodotti alimentari, offerte per il tempo libero ed ogni tipo di turismo,
ma anche abbigliamento, automobili, fai-da-te, telefonia, computer, hi-fi e tanto altro ancora con una serie di proposte interessanti e vantaggiose per il numeroso pubblico di visitatori.

Grazie alla partecipazione di circa 1000 espositori la Fiera Campionaria offre varietà di prodotti e servizi, qualità ed innovazione in tutti i settori, oltre alla garanzia di prezzi concorrenziali.

Appuntamento da non perdere, la Fiera Campionaria di Padova è il luogo ideale per quanti sono alla ricerca di idee, soluzioni ed iniziative di ogni genere nelle sezioni espositive Gran bazar, tempo libero, buono, idee da abitare, passione viaggi, la fattoria in fiera, ludoteca, imprenditoria donna, fiera on the beach, spettacoli.

Orari di Apertura
16.30 - 24.00 (lunedì - venerdì)
10.00 - 24.00 (sabato e domenica)

Entrata libera

Per Informazioni
PadovaFiere S.p.A.
Tel. 049.840.111
Fax 049.840.570
info@padovafiere.it
Vai al sito

Fonte: abcfiere

E' l'ora dei pc sotto i 400 euro il fenomeno esploderà in estate

Computer per tutti i gusti e le tasche.

Economici, semplici da usare, leggerissimi.

Adatti ad anziani, bambini, utenti inesperti, teenager attenti alla moda.

Nascono da un fenomeno che esploderà quest'estate, come rivelano gli annunci di questi giorni, dalle principali marche di computer: HP, Acer, Dell.

Ma c'è anche una vecchia gloria nazionale: Olidata. Sarebbe riduttivo chiamarli low cost.

In realtà riflettono una nuova tendenza: conquistare anche chi non ha mai avuto un pc.

Per esempio, alcuni dei nuovi computer potrebbero interessare ai teenager che vorrebbero navigare anche dal pub, con un prodotto leggero e di stile quanto un cellulare, ma non costoso.


Un altro pubblico tutto da conquistare è quello delle famiglie spaventate dei pericoli di Internet. Per loro nasce l'Olidata JumPc, il primo computer italiano dedicato ai bambini (da 6 ai 10 anni): dal 21 maggio nei principali punti vendita, a 299 euro.


E' anche il primo Classmate di seconda generazione, architettura creata da Intel per i computer low cost a scopi educativi. JumPc pesa 1,4 chili, monta Windows Xp, ha un lettore Dvd.

E' colorato, robusto, resiste anche all'acqua, si può trasportare con la maniglia (anche a scuola, quindi) ed è dotato del software Magic Desktop, che rende Windows adatto ai bambini.

Permette infatti ai genitori di controllare la navigazione dei figli e impedisce loro di danneggiare il sistema. Comprende inoltre giochi educativi.

Magic Desktop da questo mese è incluso anche con alcune Adsl di Telecom Italia e Tiscali.

Giugno vedrà l'arrivo di tanti altri computer ultra portatili.

Qualche giorno fa Asus ha annunciato lo sbarco in Italia dell'Eee Pc 900 e a breve arriverà anche l'Eee Pc 901.

Sono successori del popolare Eee Pc 701 (un milione di pezzi venduti), il computer che ha fatto da apripista a questo nuovo fenomeno. Il 900 costa 399 euro (contro i 299 del 701), pesa un chilo.

Si noti che il primo Eee Pc aveva solo un sistema operativo Linux,
mentre i nuovi avranno anche Windows Xp. Microsoft si è affrettata infatti a presenziare questo nuovo mercato: facendo leva su Windows Xp,
che invece in un primo momento aveva deciso di mandare in pensione a giugno.
Asus, del resto, prevede di vendere ben 400 mila unità di Eee Pc solo in Italia;
5-7 milioni nel mondo, entro fine anno.


Continua: qui

Veronafil


In Fiera a Verona dal 22 al 25 maggio Veronafil,

la manifestazione organizzata dall'Associazione Filatelici Numismatica Scaligera giunta quest'anno alla 109° edizione.

La fiera è associata allo svolgimento di iniziative culturali celebrative dal punto di vista della filatelia e del collezionismo e si sviluppa su una superficie di oltre 11.000 mq, articolata in varie sezioni dedicate alla filatelia, alla numismatica, all’hobbystica, alle cartoline e al piccolo antiquariato.

Un appuntamento da non perdere per tutti i collezionisti e gli amanti del “genere”.

Aperta al pubblico:

Venerdì, 23/05/2008
dalle 10.00 alle18.00
Sabato, 24/05/2008
dalle 9.00 alle 18.00
Domenica, 25/05/2008
dalle 9.00 alle 13.00
Fonte: Città di Verona

giovedì 22 maggio 2008

Scaricare video di YouTube? Si può!


Vorresti scaricare e salvare i video di YouTube sul tuo pc?
Adesso e' possibile con VideoSlurp, l'unico strumento gratuito e online che ti permette di inserire la URL YouTube del video che vorresti scaricare, di cliccare 'scarica' e il gioco e' fatto.
Vai al Sito
Fonte: gratis.it

Mestre più, domani prima serata

Inizia domani ,Venerdì 23 maggio, la "Mestre del Venerdì sera"




















Il programma della serata:

September Groove in concerto - Piazza Ferretto ore 21.00

Batisto Coco in concerto - Piazza Ferretto ore 23.00

Diretta radio su Radio Venezia dalle 19.00 alle 21.00

Zelig presenta Marco Marzocca - Piazzetta Coin ore 22.30

Il Salotto della Provincia di Venezia - Piazzetta G. Zorzetto dalle ore 18.00

Sfilata di moda - Via Palazzo ore 21.00

Punto truccatori e acconciatori - Piazzetta Matter

Mostra Mercato a cura di Coldiretti - Via Allegri

Mostra mercato a cura di CIA - Via San Girolamo

La Via dei cibi da strada - Via Poerio

Mestre Più Beach - Piazzale Candiani

Villaggio bambini - Parchetto Via A. da Mestre

Simultanea di scacchi aperta a tutti - Galleria Toniolo dalle ore 21.00

Please, Play Performance musicale - Al Calice ore 21.00

Animazione musicale diffusa

Si consiglia di usare i parcheggi scambiatori: Mappa completa

Apertura negozi fino alle 23.00


Fonte: Comune di Venezia

A Murano, FareVetro


FareVetro è la prima mostra che il museo realizza nell’ambito del sodalizio tra undici aziende puramente muranesi unite in associazione: VetroVetro.

Aperta al pubblico dal 29 maggio al 30 settembre 2008,

è coordinata da Silvio Fuso e presenta oltre cento opere, alcune site specific, altre provenienti dalle collezioni “storiche” delle undici aziende, che testimoniano in modo spettacolare gli esiti del loro percorso creativo, tecnico e produttivo, restituendone la natura e la specificità linguistica.


Un’impronta coraggiosamente muranese, che documenta la perizia dei maestri, le sperimentazioni tecniche ed estetiche, le collaborazioni con artisti e designer, ma anche il recupero della tradizione, l’evoluzione del gusto, la realtà composita di un distretto produttivo complesso.La mostra ha luogo negli spazi del Museo del Vetro:

il giardino, l’androne monumentale e il piano nobile ove - in particolare - è stato possibile, grazie al sostegno dell’associazione, ripensare completamente l‘allestimento di una sala, curato da Daniela Ferretti, come prima tappa del futuro intervento di generale rinnovo.
Le opere in mostra: qui
Fonte: Comune di Venezia

mercoledì 21 maggio 2008

Ascolta il nuovo singolo di Ligabue



Il centro del mondo...è il titolo del nuovo singolo di Ligabue.

Vuoi ascoltarlo in anteprima?

Vai alla pagina del Corriere.it: qui

Spopolano le magiche infradito che promettono di guarire il mal di schiena





Quest’estate meglio non farsi vedere a Porto Rotondo, in Costa Azzurra, a Taormina o a Capalbio senza un paio di FitFlop ai piedi.

Secondo l’edizione domenicale dell’«Independent»,

i vip si distingueranno tra quelli che sono riusciti a procurarsi gli ultimi modelli e quelli che sono ancora in lista di attesa: la febbre del FitFlop - i sandali inventati da due ingegneri biomeccanici inglesi, David Cook e Darren James - sta dilagando nel mondo occidentale e di tutte le epidemie è davvero la più strana, visto che si tratta di un banale sandalo infradito, nemmeno così bello.

Ma non bisogna giudicare dalle apparenze: i 140 euro necessari a comprare pochi grammi di plastica e gomma, ingentiliti da un minimo di cuoio, sono spesi bene visto che i FitFlop sarebbero in grado non solo di rassodare cosce e glutei - obiettivo per il quale molte donne spendono fortune -, ma anche di alleviare i dolori di schiena tipicamente maschili, di combattere l’artrite e di rimediare a quegli errori di postura che sono all’origine di molte patologie.

Marcia Kilgore, che un paio d’anni fa ha fondato l’azienda produttrice, è stata la prima a stupirsi del successo dei suoi sandali: «Li avevamo lanciati all’inizio come una vanity-shoe, una calzatura che doveva consentire alle donne di mantenere in forma le gambe camminando.

Ma poi ci sono arrivate in continuazione notizie di persone che avevano problemi molto seri alla schiena e che sono uscite dagli antidolorifici grazie ai nostri sandali». Tra queste, c’è anche Jade Johnson, l’olimpionica di salto in lungo che soffre di una dolorosa patologia ai piedi e che ha detto di avere tratto dai FitFlop lo stesso tipo di beneficio degli esercizi raccomandati dal proprio fisioterapista.
Continua: qui


Marghera Estate Village 70 giorni di divertimento


Anche quest'anno, dall'11 giugno al 24 agosto, va in scena Marghera Estate Village", un mix di musica, cucina e divertimento, giunto alla decima edizione. Come negli anni scorsi la grande kermesse estiva sarà ospitata nell'area di Panorama a Marghera dove si sta già lavorando per allestire un grande palco, stand gastronomici, bancherelle, pista per ballare e molto altro.


Roots & R-evolution, ovvero radici e ri-evoluzione, sono le linee guida degli oltre settanta giorni di programmazione. Ritornano alcuni appuntamenti molto amati dal pubblico, ovvero i concerti con le migliori band del territorio che hanno accompagnato la crescita della manifestazione in questo decennio: Batistococo, Zoo Zabumba, La mente di Tetsuya, Lagunablè, solo per citarne alcuni.


Diverse serate saranno anche dedicate alle tribute band, che riproporranno i più conosciuti artisti del panorama italiano e internazionale, da Vasco ai Genesis, da Battiato ai Deep Purple.

Proprio ai Merqury Band, band apprezzata per la fedeltà con cui ripropone le spumeggianti atmosfere dei Queen, è affidata la serata d'apertura dell'11 giugno.

Come i grandi numeri 10, da Pelè a Platini a Maradona, il Marghera Estate Village si prepara a stupire con sorprese e numeri di alta scuola.

Non mancheranno infatti alcuni eventi con artisti di livello e fama internazionale, come Helio Delmiro (3 luglio) e soprattutto Omara Portuondo, la più amata diva della musica cubana (14 luglio) o di alcuni grandi artisti italiani come Tolo Marton (30 giugno) e le Orme (17 luglio).


Continua: qui

A Padova: Gioielli d'autore



La mostra "Gioielli d’autore. Padova e la scuola dell’oro" presenta circa 500 opere di diciotto autori, selezionati tra le maggiori personalità nel campo della gioielleria contemporanea dagli anni Cinquanta ad oggi. Le opere in mostra sono di tre grandi maestri padovani: Mario Pinton, Francesco Pavan, Giampaolo Babetto e dei loro "allievi", artisti di prestigio internazionale: Giorgio Cecchetto, Lucia Davanzo, Maria Rosa Franzin, Stefano Marchetti, Paolo Marcolongo, Paolo Maurizio, Barbara Paganin, Renzo Pasquale, Diego Piazza, Piergiuliano Reveane, Marco Rigovacca, Graziano Visintin, Alberta Vita, Annamaria Zanella, Alberto Zorzi.
La mostra è promossa dal Comune, dalla Provincia di Padova e dalla Soprintendenza al patrimonio storico artistico.

Dal 4 aprile al 3 agosto 2008,
orario di apertura: dalle 9.00 alle 19.00,

chiuso i lunedì non festivi

Palazzo della Ragione, piazza delle Erbe

Biglietto intero 8 euro, ridotto 5 euro.

Per conoscere le agevolazioni di ingresso consultare il sito padovacultura.padovanet.it

Omaggio al Palladio
La mostra viene arricchita di altri 14 gioielli, ideati e realizzati da alcuni artisti della Scuola orafa padovana, per celebrare il cinquecentesimo anniversario della nascita di Andrea Palladio.
Per informazioni e prenotazioni telefono 049 2010067

Fonte: Padovanet

martedì 20 maggio 2008

"Benji": spettacolo teatrale



Venerdì 23 maggio ore 17.30 Auditorium ex Plip - Via San Donà 195/c Mestre
La manifestazione realizzata dalla Municipalità Mestre-Carpenedo si articolerà in due fasi:
la messa in scena dello spettacolo teatrale "Benji" ed il dibattito successivo.

Benji è uno spettacolo teatrale coinvolgente, proposto dall'ERT (Emilia Romagna Teatro) e messo in scena dall'attrice Paola Di Meglio per la regia di Cesare Lievi.

Racconta la storia, attraverso la cronaca di episodi della propria infanzia,
del disagio psichico di una ragazza inglese, che per combattere la solitudine e l'isolamento, soprattutto in famiglia, sente il bisogno di crearsi un'amica immaginaria, Benji, per l'appunto.

Il dibattito con il pubblico che seguirà, trarrà spunto dalle vicende e tematiche rappresentate nello spettacolo. Parteciperà il dott. Franco Garonna responsabile del Centro Salute Mentale Mestre Centro-Nord.

All'evento è invitata tutta la cittadinanza.
Fonte: Comune di Venezia

Internet Explorer: "Non stampate quella pagina"

Stampando una pagina Web si rischia di permettere a un attaccante l'esecuzione di codice arbitrario.

.



Un ricercatore israeliano, Aviv Raff, ha scoperto una falla in Microsoft Internet Explorer per la quale non è ancora disponibile una patch.
A essere colpiti sono i sistemi Windows Xp e Vista equipaggiati con le versioni 7 e 8 beta del browser; gli utenti di Vista sono un po' più al sicuro di quelli di Xp grazie allo User Account Control, che fornisce una protezione aggiuntiva.
La vulnerabilità viene sfruttata se è attiva l'opzione Stampa tabella dei collegamenti.
Durante la generazione del codice Html necessario per fornire una versione stampabile dalla pagina web, gli Url non vengono validati ma aggiunti così come sono.
Approfittando poi del fatto che il processo di stampa appartiene alla zona locale delle impostazioni di sicurezza (meno sicura della zona Internet), uno script malevolo linkato in una pagina può far eseguire al computer codice arbitrario.
Microsoft è stata subito informata del problema e sta lavorando a una soluzione. In Internet Explorer 7 e 8, per fortuna, l'opzione Stampa tabella dei collegamenti è disattivata per default, dunque non si dovrebbero temere attacchi su larga scala.


[ZEUS News - http://www.zeusnews.it/ - 20-05-2008]

lunedì 19 maggio 2008

Cambio mutuo, tutti i casi in cui si può risparmiare


Portabilità del mutuo ancora un miraggio per molti, tanto che l'Antitrust ha avviato un'istruttoria contro le banche inadempienti.
Ci sono però anche istituti che si fanno pubblicità proponendo proprio il cambio del mutuo a zero spese.
E per facilitare la rottamazione del vecchio mutuo e il passaggio a uno più conveniente c'è stato anche un accordo tra Abi e associazioni dei consumatori che ha stabilito, nero su bianco, che anche per i mutui del costruttore vanno applicate penali ridotte in caso di estinzione anticipata. Sempre sul fronte dei costi, poi, è di due giorni fa un impegno formale dei notai a ridurre le tariffe nel caso in cui la banca pretenda comunque un atto notarile anche se si tratta di semplice rinegoziazione.
Ecco allora tutto quello che occorre sapere per cambiare il mutuo, anche alla luce delle ultime novità
Il notaio, quando è indispensabile - Notaio, sì, notaio no.
Obbligo di cancellare l'ipoteca a pagamento o procedura semplificata.
Scrittura privata o atto pubblico.
Per rispondere a tutte queste domande una nuova edizione di “Mutuo Informato”, la guida realizzata dal Consiglio nazionale del notariato con le associazioni dei consumatori.
Un testo che fa il punto una volta per tutte sui casi in cui è necessario ricorrere al notaio, il tutto riassunto in una tabella che consente di avere sottomano tutte le varie opzioni, in modo da facilitare la scelta della formula più conveniente, a partire dalla rinegoziazione che dovrebbe essere per legge gratis.
Ma trattandosi di banche, si sa, il condizionale è d'obbligo.

Rinegoziazione gratis per legge -
La rinegoziazione, infatti, non dovrebbe prevedere il ricorso al notaio perchè è semplicemente un nuovo accordo tra banca e cliente su tasso e indicizzazione.
Non toccando in alcun modo l'ipoteca il notaio non dovrebbe essere necessario.
Proprio per questo la legge finanziaria per il 2008 ha previsto la possibilità di effettuare la variazione delle condizioni del contratto in essere anche mediante scrittura privata non autenticata.
Però nei casi in cui qualche banca abbia “obiettive ragioni” per chiedere di formalizzare l'accordo di rinegoziazione in forma notarile o autentica, il Consiglio nazionale del notariato si dichiara disponibile, nero su bianco, a una concreta riduzione dei compensi dovuti al notaio

Continua: qui

Sempre all'erta contro i virus online

Forte sviluppo dei «cavalli di Troia» che trasformano
i Pc in zombie anche per pochi secondi al giorno




Meno virus, più (molto più) spam e cavalli di Troia (trojan) che galoppano incontrastati nelle praterie di internet. Questa è la situazione oggi del malware, ossia di tutto ciò che nessuno vorrebbe avere o ricevere sul computer e che invece si ritrova, la maggior parte delle volte senza nemmeno saperlo. È un’immagine molto diversa di quella di soli otto anni fa, un’intera era geologica nel mondo dell’information technology.

MALWARE - «Nel 2000 i virus rappresentavano il 78% del malware, nel 2007 sono scesi al 7%», spiega Peter Odenhall, capo del virus lab di Avg, azienda della Rep. Ceca specializzata in antivirus e tra le protagoniste del mercato di questi particolari software. «I cosiddetti worm hanno avuto un grande sviluppo tra il 2002 e il 2003, poi sono calati e si sono stabilizzati. Oggi invece stiamo assistendo a una forte diffusione dei trojan, sia nella versione password che in quella downloader». I cavalli di Troia, a differenza dei virus, non compromettono il funzionamento del proprio computer, ma quando ricevono un particolare comando eseguono un programma che prende possesso del Pc e lo trasforma in uno zombie, un «essere» che non ha una propria volontà ma agisce su volere altrui. Non per sempre, magari soltanto per pochi minuti o addirittura solo per alcuni secondi, ma sufficienti a far compiere alla macchina particolari funzioni.

PIÙ SOFISTICATI - «I Trojan più sofisticati possono connettere migliaia di computer distribuiti ai quattro angoli del mondo», dice Odenhall, «sino a formare un botnet: una rete di computer estemporanea utilizzata per un determinato scopo, quasi sempre limitato nel tempo». Per quale tipo di scopo? «Qualunque», prosegue l’esperto di Brno. «Da quelli più nobili come calcoli di fisica quantistica che richiedono enormi capacità di elaborazione, alla diffusione di migliaia di email spam fino ad attacchi mirati a siti delicati come banche, istituzioni governative, militari o finanziarie».

NUOVI ANTIVIRUS - «Per combattere questo malware, non sono più sufficienti gli antivirus di vecchia generazione», illustra Karel Obluk, tra i programmatori che hanno sviluppato Avg 8.0, il più recente prodotto della casa. «Servono antivirus che siano in grado di fornire una protezione in tempo reale. È inutile fare un’analisi a caso di internet alla ricerca dei virus, perché alcuni siti possono essere infettati solo per alcuni minuti al giorno e poi il malware venire rimosso.

Continua: qui

Astralia...tra astronomia e astrologia


L'esposizione e' incentrata sul concetto di universo, di sistema planetario, di costellazioni, galassie, asteroidi, comete, ma e' anche legata alla storia, alla letteratura e alla storia dell'arte e all'influenza che questo ha avuto ed ha sull'uomo, sull'ambiente e sul nostro territorio.
Le opere sono ideate - in particolare quelle per l'esterno - in maniera tale da stabilire un contatto con la volta celeste.
Vi sono esposte opere di vario genere, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al video e all'installazione ambientale al fine di coinvolgere al meglio gli spazi disponibili e di sondare gli aspetti piu' diversi del rapporto arte, scienza, cosmo, astronomia e astrologia.
L'Associazione in questo modo si propone di sviluppare sinergie e collaborazioni tra l'arte contemporanea e altri ambiti di ricerca e sviluppo, organizzando anche - nell'ambito della mostra - incontri, conferenze,
meetings con esponenti della cultura, dell'arte e del mondo scientifico e tecnologico, tra i quali vi saranno una serata dedicata
all'osservazione degli astri con telescopi e la conferenze su Cielo profondo e costellazioni da parte del Gruppo Astrofili Salese -Galileo Galilei,
l'incontro su Le geometrie dell'abisso con Angelo Adamo, dell'Osservatorio Astronomico di Padova e Asiago, che ci parlerà del rapporto tra rapporto tra musica, architettura e astronomia.
Per la serie Astralia letteraria a cura di Beppe Bovo vi saranno gli incontri con la scrittrice Annalisa Bruni e Barbara Codogno, giornalista e poetessa.

PARDES - BARCHESSA DI VILLA DONA' DELLE ROSE
Via Miranese 42 (30035)
0415728366 (info), 3491240891 (biglietteria)
www.cartec.supereva.it
orario: mer-dom 15-19 (chiuso 1 e 2 giugno 2008)
(possono variare, verificare sempre via telefono)

Fonte:www.exibart

domenica 18 maggio 2008

Ascoltare musica abbassa la pressione



Mezz’ora di musica al giorno e la pressione scende. La nuova "ricetta" arriva da Firenze, contro un problema che colpisce almeno 12 milioni di italiani e al quale è dedicata oggi una Giornata mondiale.
Lo studio è firmato da Pietro A. Modesti dell’università fiorentina, ed è stato presentato a New Orleans al meeting dell’American Society of Hypertension.
Una buona notizia per la generazione dell’iPod, dunque, che potrebbe però deludere i ’palatì musicali meno sofisticati. Secondo la ricerca, infatti,
non tutti i generi sono antipertensivi.
Per ora Modesti e colleghi garantiscono un effetto solo per i suoni della musica classica, di quella celtica e di quella indiana (raga).
Tutte abbinate a esercizi di respirazione ad hoc.

«Ascoltare musica ha un potere calmante», ricorda Modesti.
Virtù che già in passato «sono state spesso associate al controllo del dolore e dell’ansia, e anche alla riduzione momentanea della pressione.
Per la prima volta, però - assicura l’esperto - i nostri risultati suggeriscono l’impatto che ascoltare musica quotidianamente può avere sul controllo della pressione a lungo termine».

Continua: qui

"Da Guttuso al dio del tuono Shango" a Mirano

Ultimi giorni per visitare a Mirano,
nella settecentesca Barchessa della villa Giustinian Morosin,
la mostra "Da Guttuso al dio del tuono Shango"
aperta fino al prossimo 31 maggio.
Guttuso, Cassinari, Basaldella, Vedova, Pizzinato, Santomaso, Viani: da un lato, i nomi più altisonanti dell'arte contemporanea. Dall'altro, i capolavori della cultura Yoruba, statue e altri manufatti direttamente dal cuore della Nigeria per uno straordinario viaggio nella cultura e dell'arte africane."Da Guttuso al dio del tuono Shango" non è solamente una mostra, è il ponte che collega due mondi diametralmente opposti.
Continua: qui

Orario di apertura della mostra:
30 marzo – 31 maggio 2008
Da martedì a venerdì 15.00 – 19.00
Sabato e domenica 10.00 – 19.00
Lunedì chiuso.

Biglietto d’ingresso:
Intero € 5,00, ridotto € 3,00 (dagli 11 ai 18 anni, over 65, studenti universitari, categorie convenzionate).
Gratuito fino ai 10 anni, portatori di handicap con un accompagnatore, giornalisti con tesserino, guide turistiche con tesserino, militari in divisa.
Gruppi (almeno 15 perosne) € 3,00 (gratuito per un accompagnatore).
Gruppi scolastici € 2,00 (gratuito per due accompagnatori).

Informazioni:
Ufficio cultura
Comune di Mirano
Tel. 041-431028 Fax 041-5701690, e-mail:cultura@comune.mirano.ve.it

sabato 17 maggio 2008

"VENEZIA UNO SPAZIO DA VIVERE ASSIEME"













Sabato 17 e Domenica 18 Maggio ore 16-23
Campo dell'Angelo Raffaele


Esposizione elaborati dei bambini, giochi in campo, visita artistica, dibattiti, musica, tango e concerto di Marco Forieri con i Sca-J
proposto dall'Associazione Viviamo Venezia.

Fonte: Comune di Venezia

Bollino Blu gratuito



Nelle giornate di sabato 17 e 24 maggio 2008, alcune officine che hanno aderito alla iniziativa promossa da Comune, Provincia, Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre e A.S.M. rilasciano gratuitamente il Bollino Blu solo alle auto immatricolate fino al 30 giugno 2004.
Le officine operano dalle 8.30 alle 12.30, ciascuna effettuerà un massimo di 15 controlli per sabato mattina e non verranno esaminate auto a doppia alimentazione.

Per conoscere l'elenco delle officine clicca qui

Fonte Comune di Venezia

venerdì 16 maggio 2008

Due secoli di fibbie dalla Collezione Pennasilico


L'inaugurazione si terrà sabato 17 maggio 2008 alle ore 18.00.

La collezione Pennasilico è una raccolta unica al mondo, che accoglie oltre duemila preziose fibbie da abito, cintura e da scarpa datate tra il 1750 e il 1950. Fra i pezzi esposti anche la recente acquisizione di una fibbia firmata dal gioielliere degli Zar: Fabergè.

L’esposizione verrà creata intorno a un’accurata selezione di 300 pezzi d'epoca, datati tra il 1900 e il 1950, rappresentativi del sinuoso ornamentismo dell’Art Nouveau e dell’eclettico lussuosissimo caratteristico dell’Art Déco.
Il visitatore intraprenderà un viaggio storico-cronologico attraverso le sale del Brolo dove potrà ammirare le semplici figure che sembrano prendere vita dai singoli accessori per evolversi naturalmente in forme simili a piante o fiori nella sala inferiore e la geometrica essenzialità delle forme e delle composizioni nei piani superiori.

L’esposizione vedrà l'uso dei materiali più disparati: oro e argento, semi-prezioni, leghe e materiali più moderni quali la bachelite e la plastica.

La mostra offre al pubblico uno sguardo d'insieme sull'evoluzione, nei primi decenni del XX secolo, di un accessorio indispensabile tecnicamente che da subito diventa pretesto per preziosismi d'alta gioielleria, sperimentazione e ricerca formale.

Mogliano Veneto,
Brolo Centro d'Arte e Cultura, Via Rozone e Vitale n.5

Info: Brolo Centro d'Arte e Cultura: tel. 041 5905151

Dal 17 maggio al 14 giugno 2008
Orario: tutti i giorni 10.00-13 / 15-19.00 (chiuso il martedì)

Visita il sito dell'evento: qui

info@brolo.org

giovedì 15 maggio 2008

Il tuo desktop può trasformarsi in un osservatorio astronomico!


La nuova applicazione lanciata da Microsoft si chiama:
World Wide Telescope

Dove si trova esattamente Saturno? Quali dimensioni ha rispetto alla Terra? C'è davvero un enorme buco nero al centro della Via Lattea? Per scoprirlo e viaggiare nello spazio, ora basta un computer. La nuova guida spaziale lanciata da Microsoft si chiama World Wide Telescope: un'applicazione,
per ora disponibile in beta,
che mette a disposizione un enorme patrimonio di immagini dai telescopi più importanti della terra o orbitanti, e milioni di dati, creando per appassionati, curiosi o addetti ai lavori, un cielo navigabile e "zoomabile" a portata di clic.

Ci sono voluti più di sei anni a Redmond per mettere a punto l'occhione virtuale, un super browser che apre la porta sullo spazio e trasforma il desktop in un osservatorio astronomico.
Per usarlo ci vuole un computer che utilizzi gli ultimi sistemi operativi Microsoft - Windows XP o Vista - e l'applicazione è disponibile gratuitamente dal sito.
A differenza di altre simili, come Google Sky, l'interfaccia è stato creato in modo da essere ottimizzato per l'esplorazione spaziale.

Si parte e ci si trova in una specie di film interattivo: il cielo - con stelle, pianeti e costellazioni - si può esplorare con la luce naturale, a raggi infrarossi o X. Si zooma sull'oggetto che si vuole vedere più da vicino e si possono anche scegliere le immagini che si preferiscono, tra quelle catturate da Hubble, dall'osservatorio Chandra, o della Nasa, che insieme a diverse istituzioni scientifiche ha partecipato al progetto.
Si può selezionare anche la prospettiva, da diversi punti della terra,
navigando nel passato di stelle e galassie o dando un'occhiata a come appariranno in futuro.

Continua: qui

Attenzione: controllate i requisiti minimi di sistema richiesti per l'installazione!

A Soave...Festa Medioevale

Tre giorni; dal 16 al 18 Maggio,
dedicati alle tradizioni, agli usi, ai costumi, agli spettacoli che facevano divertire il popolo nel Medioevo e che vengono ulteriormente esaltati dall’atmosfera del luogo che li ospita e dall’ottimo vino bianco offerto ai visitatori.

Ad inaugurare la manifestazione è la spettacolare Cena Medioevale di
venerdì 16 maggio.
Per l’occasione il cortile del Palazzo del Capitano si trasforma in un vero e proprio banchetto a cielo aperto durante il quale vengono servite agli ospiti pietanze da mangiare rigorosamente con le mani, come nel Medioevo.

Cortigiane e giullari, falconieri e sbandieratori, musici e cantastorie animano
la serata coinvolgendo le dame e i cavalieri ospiti in spettacoli
d’altri tempi e dal fascino irripetibile.
A rendere ancora più coinvolgente e caratteristica la serata
non mancano suggestivi giochi di luce.

Nella giornata di sabato 17 maggio si entra nella vera e propria festa popolare, attraverso la sfida nel Palio delle Botti e la proclamazione del Capitano di Soave e delle sue Terre, concerti di musica dal vivo e discoteca.

Nel giorno principale della manifestazione, domenica 18 maggio, le antiche mura del borgo storico accolgono i numerosi figuranti degli antichi mestieri. Giochi medioevali, sbandieratori e cortei in costume completano l’offerta di questa giornata.

Accanto agli appuntamenti folkloristici, ci sono anche incontri e occasioni culturali. Mostre di pittura, concerti e musica dal vivo, convegni sul tema del vino e l’importante Investitura delle Castellane e degli Spadarini dell’Imperial Castellania di Suavia.

Sono presenti giostre e divertimenti per i più piccoli, un vasto luna park e moltissimi stand enogastronomici dove poter gustare le prelibatezze del territorio e Vino Soave di altissima qualità.

Fonte: Citta di Verona

mercoledì 14 maggio 2008

Poesia di...Alda Merini















Non ho bisogno di denaro.
Ho bisogno di sentimenti, di parole,
di parole scelte sapientemente,
di fiori detti pensieri, di rose dette presenze,
di sogni che abitino gli alberi,
di canzoni che facciano danzare le statue,
di stelle che mormorino all'orecchio degli amanti....
Ho bisogno di poesia,
questa magia che brucia la pesantezza delle parole,
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi

martedì 13 maggio 2008

Un vostro scritto attorno al sole !


Iniziativa della NASA per festeggiare il 2009, anno internazionale dell’Astronomia

Affascinante iniziativa per gli scrittori che vogliono consegnare all'eternità dello spazio interplanetario una loro breve opera firmata.
In occasione dell'anno internazionale dell'Astronomia (2009) la Nasa offre a chiunque lo desideri la possibilità di ospitare una composizione di 500 parole (una paginetta dattiloscritta) da inserire in un Dvd che sarà posto all'interno della sonda interplanetaria Kepler.
Kepler è un grande telescopio spaziale, progettato dagli ingegneri dell’Agenzia spaziale americana, che resterà a girare attorno al Sole,
diventando un piccolissimo pianeta artificiale.

LA MISSIONE DI KEPLER - Il suo compito è di cercare altre Terre che orbitano attorno a stelle lontane della nostra Galassia (o Via Lattea). Finora i telescopi terrestri hanno scoperto oltre 150 pianeti extrasolari di grandi dimensioni; ma a causa della turbolenza atmosferica, non hanno potuto individuare con certezza pianeti di piccole dimensioni simili alla nostra Terra. Kepler, che sarà lanciato il prossimo febbraio 2009, potrà rintracciare i pianeti terrestri extrasolari grazie a un telescopio di un metro di diametro e a un sensibilissimo fotometro. La tecnica adottata per la ricerca consisterà nell’osservazione di ‘transiti’ dei pianeti extrasolari davanti ai dischi stellari, in modo da ricavarne dimensioni e caratteristiche orbitali.

ALLA RICERCA DI NUOVE «TERRE» - «Per la prima volta -assicurano i responsabili della missione- sarà possibile individuare decine di Terre lontane che si trovano a distanze dai loro Soli compatibili con la formazione di acqua e, di conseguenza, con condizioni ambientali adatte allo sviluppo della vita». Nel giro di un quinquennio Kepler potrebbe fornire un elenco di almeno una cinquantina di pianeti gemelli al nostro, verso cui indirizzare ulteriori ricerche.
Per partecipare all’avventura letterario-spaziale, basta andare all’indirizzo http://namesinspace.seti.org/,
compilare un modulo elettronico con le proprie generalità, e inserire il proprio componimento all’interno di un apposito spazio entro l'1 novembre 2008. L’argomento dovrà essere coerente con la natura della missione di Kepler, anche se sulla forma letteraria non ci sono vincoli di sorta.
Una copia del Dvd con tutti i testi ricevuti sarà conservata anche presso lo Smithsonian Institution’s National Air and Space Museum.
Una raccomandazione finale:
quando scrivete il vostro componimento, riflettete sulla possibilità che, fra qualche secolo o millennio, esso potrebbe essere ritrovato come un messaggio in una ‘bottiglia spaziale’ dai ignari terrestri o da visitatori di altri mondi. Dunque, mettetecela tutta per formulare pensieri edificanti!

Fonte: Il Corriere

VISITE GUIDATE GRATUITE ALLA LIBRERIA SANSOVINIANA


Sale Monumentali della Biblioteca Marciana
Guide in italiano e in inglese

Visite:
domenica (eslcusa la quarta domenica del mese): alle ore 10.00, 12.00, 14.00.
da lunedì a giovedì: esclusivamente su prenotazione.
Sarà possibile prenotare le visite contattando direttamente l'assistente museale incaricata del servizio dott.ssa Mariachiara Mazzariol, con una delle seguenti modalità:

telefonando ai numeri:

041.2407241 (da martedì a giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 15.00)
041.2407223 (domenica, eslcusa la quarta domenica del mese, dalle ore 9.00 alle ore 15.00)
via e-mail, all'indirizzo:
via FAX, al numero: 041.5238803

L'ingresso è subordinato all'acquisizione del biglietto unico (comprendente l'accesso, oltre che al Museo Correr e alla Libreria Sansoviniana, anche al Museo Archeologico Nazionale, al Palazzo Ducale, al Museo di Palazzo Mocenigo, al Museo del Vetro di Murano e al Museo del Merletto di Burano), che tuttavia per i residenti nel Comune di Venezia è gratuito.

Si precisa che la visita, gratuita, verterà esclusivamente sull'aspetto storico artistico delle sale e sui materiali bibliografici eventualmente ivi esposti, in quanto i depositi librari non sono aperti al pubblico. Il patrimonio librario della Biblioteca Marciana è consultabile nelle sale di lettura della Biblioteca (Piazza S. Marco n.7, 30124 Venezia) per motivi di studio, ed è inoltre parzialmente visibile in occasione di mostre bibliografiche temporanee.

Punto di ritrovo: porta d'accesso alle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana all'interno del Percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco, con ingresso dal Museo Correr, Ala napoleonica della Piazza.

Per i gruppi turistici e scolastici si prega di compilare la Scheda di prenotazione.

È possibile prenotare degli itinerari tematici gratuiti per le scuole superiori.

Fonte: Comune di Venezia

lunedì 12 maggio 2008

Ictus: visite gratuite in ospedale


È un fulmine a ciel sereno che sconvolge la vita di 200mila italiani l’anno.
È l’ictus cerebrale, un killer silenzioso che ogni anno uccide
nel nostro Paese 70mila persone, mentre altre 50mila restano con un’invalidità grave che li priva della loro indipendenza.
Sono ben 900mila i connazionali che, nel corso della loro vita,
sono stati colpiti da un ictus. Di questi, tantissimi ne portano il segno, indelebile nel corpo oltre che nella memoria.
Per mettere in guardia gli italiani da questo nemico giurato della salute,
dal 13 al 18 maggio sono previste visite gratuite nei principali ospedali della penisola con screening del rischio di ictus,
controllo della pressione arteriosa e calcolo del rischio cardiovascolare.

VENETO
Incontro con la popolazione sul tema “prevenzione e cura dell’ictus cerebrale”
18 maggio 2008
dalle 10.00 alle 18.00 Vicenza,
Piazza dei Signori

Tutte le informazioni: qui

Concerto letterario al Teatro della Murata



Il palco del Teatro la Murata
Una produzione dell'associazione artistica L'epilogo,
presentano: Concerto letterario
Regia di Francesco Pinzoni

da testi di Dino Buzzati, Achille Campanile, Luigi Pirandello,
Rabindranath Tagore
e musiche di Giocchino Rossini, Georg Philipp Telemann, Antonio Vivaldi rielaborate per l'occasione da Stefania Marchi.

Fagotto solista Stefania Marchi
Voce narrante Francesco Pinzoni

L'idea nasce dalla collaborazione artistica nata tra i due interpreti alla fine del 2007.
L'obiettivo è di fondere voce e strumento, note e parole, in un unico momento in cui le due individualità dell'attore e della musicista si alternano e si fondono per dare spessore al racconto "umano" della vita. I brani dei differenti autori si legano infatti tra loro con un filo narrativo che vuol poter parlare al pubblico di come la vita, in tutti i suoi momenti, possa essere raccontata, suonata, fatta rivivere su di un palcoscenico.

"La scelta di debuttare sul piccolo ma prestigioso palcoscenico del Teatro della Murata non è casuale". Francesco Pinzoni

Concerto letterario

Per voce narrante e fagotto
Mestre, Teatro della Murata
il 17 Maggio 2008 ore 21:00,

il 18 Maggio 2008 ore 18:00,

il 24 Maggio 2008 ore 21:00,

il 25 Maggio 2008 ore 18:00

E' consigliata la prenotazione
Telefono 041989879

domenica 11 maggio 2008

Poesia per la mamma...di Gibran


La parola "MADRE" è nascosta nel cuore
e sale alle labbra nei momenti di dolore e felicità,
come il profumo sale dal cuore della rosa e si mescola all'aria chiara.

Mestre supera se stessa


Mestre supera se stessa: sarà questo lo slogan che accompagnerà la redazione del Peba di Mestre, il Piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche, che ha l'obiettivo di migliorare l'accessibilità della città nell'ottica del confort e della qualità della vita per tutti.

Un gioco di parole per esprimere la superabilità delle barriere fisiche e culturali e l'impegno dell'Amministrazione comunale in un processo che interessa tutti: dalle persone con disabilità agli anziani, dalle mamme con i passeggini, ai giovani.

Avviata nell'ottobre del 2007, la ricognizione delle barriere architettoniche negli edifici comunali e negli spazi pubblici durerà poco più di un anno.
Al centro dell'attenzione saranno anche i luoghi di aggregazione,
le stazioni,
il percorso e le fermate del tram, i parcheggi,
con l'intento di promuovere la mobilità pedonale,
la sicurezza, l'orientamento degli spostamenti,
la qualità dello spazio urbano.
Le priorità degli interventi e le strategie da adottare si baseranno sui
bisogni e sulle attese della cittadinanza attraverso lo svolgimento di interviste, la diffusione di questionari, l'organizzazione di incontri con i portatori di interesse.

Dopo il coinvolgimento delle Municipalità e delle Direzioni comunali, mercoledì 14 maggio, dalle ore 10 alle 12 al Centro Culturale Candiani, verrà organizzato un incontro pubblico al quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
L'appuntamento sarà l'occasione per un reale coinvolgimento della popolazione,
che potrà esprimere le proprie esigenze o fornire ulteriori elementi conoscitivi sull'accessibilità degli spazi pubblici, dando così un contributo concreto alla redazione del Peba.

Per incoraggiare la partecipazione dei cittadini il Comune di Venezia ha inoltre realizzato 3000 cartoline da distribuire sul territorio e predisposto una pagina internet per segnalare le barriere online:
www.comune.venezia.it/ufficioeba

sabato 10 maggio 2008

Le note dei Beatles nello Spazio



La Nasa compie 50 anni e per festeggiare il traguardo ha pensato di trasmettere nello spazio la canzone Across the universe dei Beatles.
Il lancio è avvenuto con successo dal Deep Space Network della Nasa e ora le note di Lennon e McCarteny stanno viaggiando verso la stella polare quasi alla velocità della luce (300 mila chilometri al secondo).
Tra gli astri del firmamento è stata scelta proprio la Stella Polare perchè è una delle più popolari.
Stando alla previsione degli esperti, la canzone indirizzata nel cosmo in formato mp3arriverà a destinazione nel 2439, in tempo per festeggiare i 500 anni dalla nascita di John Lennon.

Fonte: Airone

venerdì 9 maggio 2008

"E noi siam lavoratore" al Teatro Aurora



E noi siam lavoratore ovvero la memoria del lavoro delle donne attraverso le loro parole e i loro canti. Donne che si esprimono con forza, vitalità e pure allegria, in condizioni di vita spesso molto dure, perché dura era la vita di tutti i giorni e nei luoghi del lavoro, in fabbrica e nelle campagne. Donne stupende, capaci di prendersi lo spazio vitale, di reagire al peso delle norme sociali e di sentirsi finalmente persone con eguali diritti e con coscienza.

Nel primo racconto parla un'operaia della Manifattura Tabacchi della Venezia dei primi del Novecento. 1200 sigari al giorno, un ambiente malsano e maleodorante, eppure le tabacchine veneziane sono state protagoniste di memorabili lotte, a cui la stampa dell'epoca, anche quella socialista, guardava con sufficienza, malcelando un certo turbamento nei confronti di tanta veemenza. In verità in questi luoghi le donne mettevano in atto la solidarietà e rivendicavano il diritto a un trattamento umano, per se stesse e per i propri figli, guidate da alcune grandi figure di sindacaliste come Anita Mezzalira.

Le campagne del cavarzerano sono state, intorno agli anni cinquanta, teatro del primo grande sciopero dei braccianti della provincia di Venezia. Ce lo racconta una ragazza che di politica non sapeva niente, ma che è diventata leader del movimento bracciantile per il suo "carattere entusiasta". Una ragazza dalle scelte individuali coraggiose che, nell' ambiente culturalmente arretrato di quegli anni, andava in bicicletta dalla mattina alla sera con migliaia di donne, a fronteggiare i crumiri, gli agrari e la polizia.

Nel 1968 una diciottenne figlia di contadini del padovano si ritrova a lavorare in una fabbrica di minuteria meccanica specializzata a contatto con materiali altamente nocivi; l'alienazione, la perdita di identità, lo svuotamento della coscienza sembrano le forme moderne della sottomissione; un'operaia ceramista di Nove, Vicenza, racconta con i suoi occhi semplici e vivi, il suo risveglio, specchio del grande risveglio di un'epoca, e si riscopre "una personalità che non aveva mai avuto".

Le testimonianze sono di Giovanna Tramontin, Amelia Tagliapietra, Lina Sartori, Livia Turato, Giovanna Pigato.

I canti: E noi siam lavoratore, Le impiraresse (sull'aria dell'Inno dei Lavoratori), Inno dei Lavoratori, L'orologio, Cara mama vienimi incontro, Le mondine contro la cavalleria, E nella Camera del Lavoro, Suona la sirena, Ama chi ti ama.


E noi siam lavoratore

Marghera, Teatro Aurora

10 Maggio 2008 ore 21:00

Racconti e canti del lavoro delle donne

con Giuseppina Casarin e Sandra Mangini

ricerca storica a cura di Maria Teresa Sega

rEsistenze - Associazione per la memoria e la storia delle donne in Veneto

ricerca musicale a cura di Giuseppina Casarin

immagini e proiezione a cura di Marina Luzzoli

drammaturgia e regia Sandra Mangini
ingresso libero

Fonte: Cultura Spettacolo Venezia

giovedì 8 maggio 2008

Venezia-Marghera: Fotografie e trasformazioni nella città contemporanea



Fotografie e trasformazioni nella citta' contemporanea

Sarà inaugurata, oggi, giovedi' 8 maggio alle ore 18.00 al Centro Culturale Candiani la mostra Venezia-Marghera. L'esposizione, che sarà visitabile fino al 15 giugno p.v., e' una sintesi della mostra del 1997 ed e' compresa nella piu' ampia iniziativa dal titolo Le immagini ovunque abitano.
Omaggio a Paolo Costantini (1959-1997), critico e docente di Storia della fotografia che comprende anche una giornata di studio, in programma giovedi' 22 maggio alle ore 11.00, con interventi di Lewis Baltz, Gabriele Basilico, Massimo Cacciari, Riccardo Caldura, Marco De Michelis, Roberto Ellero, Antonello Frongia, Silvio Fuso, Guido Guidi, Silvia Paoli, Vittorio Savi, Tiziana Serena, Nico Stringa, Italo Zannier. L'evento, e' organizzato dal Centro Culturale Candiani in collaborazione con Galleria d'arte moderna Ca' Pesaro di Venezia e Galleria Contemporaneo e con il patrocinio dell'Università Ca' Foscari di Venezia - Dipartimento G. Mazzariol e IUAV.


Quindici i fotografi chiamati da interpretare gli spazi della zona industriale, spazi che l'indagine fotografica scopriva e mostrava al grande pubblico per la prima volta, trattandosi di aree non accessibili, separate dalla città e nascoste allo sguardo. Ma fotografare un'area industriale comporta di necessità una riflessione sulla natura stessa della fotografia, se essa debba essere intesa come mero documento o se invece nell'atto del fotografare non sia già insita una problematicità che riguarda sia la natura che la storia del mezzo usato e di conseguenza se ogni fotografia non sia da considerare innanzitutto un consapevole atto di autoriflessione. La fotografia di un'area industriale dismessa rappresenta d'altronde, e in modo esemplare, anche la natura problematica dell'oggetto che sta dinnanzi a colui che si accinge a ritrarlo. Quasi che le cose stesse siano sull'orlo del venir meno; la condizione transitoria di un'area industriale in fase di profonda trasformazione e' come se rivelasse una transitorietà stessa dell'immagine, e la sua precarietà. Ricordava Costantini: -una fotografia ancora certa della necessità di guardare, ma sempre piu' inquieta circa l'oggetto osservato-.

La mostra presenta una selezione di fotografie di: Marina Ballo Charmet, Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Gianantonio Battistella, Luca Campigotto, Vincenzo Castella, Alessandra Chemollo, Giovanni Chiaramonte, Paola De Pietri, William Guerrieri, Guido Guidi, Mimmo Jodice, Fulvio Orsenigo, Marco Zanta.

Giornata di studio Giovedi' 22 maggio alle ore 11.00
Sala conferenze - quarto piano
Ingresso libero


Inaugurazione giovedi' 8 maggio alle ore 18.00
Centro Culturale Candiani
piazzale Candiani, 7 Mestre (VE)
Sala espositiva II piano
orario: da lunedi' a venerdi' 15 - 19, sabato e domenica 10 - 13 e 15 - 19
ingresso libero

Fonte: Candiani

Greenpeace libera una tartaruga



Nell'Oceano Pacifico gli attivisti di Greenpeace liberano una tartaruga olivastra catturata dall'amo di un palamito, un sistema di pesca vietato.
Greenpeace, con il tour nel Pacifico a bordo della nave "Esperanza", chiede che questa zona in alto mare entri a far parte delle prime riserve marine in acque internazionali.

Fonte: La Stampa

mercoledì 7 maggio 2008

Collezione Peggy Guggenheim: ART4FAMILY



A partire da domenica 11 maggio il KIDS DAY sarà sostituito dal progetto ART4FAMILY , realizzato in collaborazione con la Fondazione di Venezia.
Il progetto prevede l’organizzazione di laboratori didattici gratuiti destinati alle famiglie.
I laboratori, vedono il coinvolgimento di giovani artisti e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, invitati a partecipare alla programmazione e a dare il loro contributo durante lo svolgimento di laboratori ideati come momenti di apprendimento rivolti sia ai bambini che ai loro genitori.

Ecco quindi i prossimi appuntamenti per i piccoli visitatori (4-10 anni) su prenotazione, tel 041.2405.440/419/401:
DOMENICA 4 MAGGIO, ore 15 : KIDS DAY: Forme positive e spazi negativi
DOMENICA 11 MAGGIO, ore 15 : ART4FAMILY: I rumori di Venezia, laboratorio di Giulia Tosato
DOMENICA 18 MAGGIO, ore 15 : ART4FAMILY: Ritratto di famiglia, laboratorio di Benedetta Altichieri e Giovanni Zelano
DOMENICA 25 MAGGIO, ore 15 : ART4FAMILY: Tracce incrociate, laboratorio di Marilia Dimopoulou

E per celebrare il 60° anniversario della collezione di Peggy Guggenheim a Venezia:
SABATO 31 MAGGIO ore 15: Collezione che passione


Informazioni:qui

martedì 6 maggio 2008

Tangenziale: Storia di una strada e oltre al ex Gil di Mestre



… La Tangenziale di Mestre è scoppiata e noi ci stiamo difendendo da schegge invadenti e rumori assordanti…
Anch’io sono stata colpita da questo effetto-kamikaze e per difendermi mi sono messa a scrivere questo testo… Tangenziale è un testo a cui pensavo da tempo, ho incominciato a fare delle ricerche e paradossalmente ho scoperto che sulla Tangenziale di Mestre non c’è quasi niente, solo alcune tesi di laurea depositate alla facoltà di Architettura a Venezia e un libro apologetico a cura della Società Autostrade, pubblicato nell’anno in cui la strada fu completata.
Parallelamente alle ricerche d’archivio ho raccolto alcune testimonianze di gente che vive a ridosso della Tangenziale (Via Chioggia, Via del Bosco, Via Terraglietto) e che più subisce gli effetti della Tangenziale, che in qualche caso dista letteralmente solo qualche metro di distanza dalle abitazioni…. (Antonella Saccarola)

Tangenziale è la storia di una strada, ma come in tutte le strade vi è dentro la storia di uomini e di donne, oltre che delle scelte economiche e politiche fatte; in qualche caso la vita e la morte delle strade segnano il succedersi di cambiamenti epocali, come il declino delle vie d’acqua che portavano a Venezia (ad esempio il Canal Salso) che hanno lasciato il posto alle strade ferrate della ferrovia… e del resto come la ferrovia ha lasciato il posto all’invadenza delle auto e dei camion, che hanno stravinto sulla via ferrata…
Solo che adesso stiamo subendo l’effetto kamikaze, appunto, di queste scelte. Dice una signora intervistata che dalla tangenziale piove di tutto: copertoni di camion, bulloni che si infilzano nella rete, camion che si capottano…

Tangenziale è la storia di una strada e dei sentimenti che questa strada suscita nella gente che ha la necessità di passarvi o la sventura di viverci a pochi metri di distanza; strada che diventa essa stessa metafora di degenerazioni, di contraddizioni, di necessità con le quali la società contemporanea è chiamata a confrontarsi.

Spettacolo di Antonella Saccarola,
sabato 31 maggio, ore 21.00
teatro Ex GIL. Mestre

Con Linda Bobbo e Giovanna Larizza
Sladjana Bozic fisarmonica
Agostino Nalon regia
ingresso libero

Vi segnalo due incontri che si terranno al Candiani:
TANGENZIALE
giovedì 15 maggio, ore 18.00
Storia dell'infrastruttura nel quadro di "Mestre storico nodo viario"

sabato 24 maggio, ore 9.30
La tangenziale dopo la realizzazione del Passante e degli inerenti di "ambientalizzazione"

sala conferenze quarto piano
ingresso libero
Fonte: Candiani

Teneri abbracci



Teneri abbracci fra Milka, piccolo canguro albino
nato circa quattro mesi fa,e sua madre
nello zoo di Tashkent, capitale dell'Uzbekistan.

Fonte: La Stampa

lunedì 5 maggio 2008

Googolopoly: il Monopoli versione Google


Da qualche tempo è infatti possibile scaricare gratuitamente
dal sito Box.net una versione completa del gioco da tavola più famoso al mondo, “rielaborata” secondo i dettami di Google.
Il Monopoli venne creato dalla Hasbro nel 1935 e oggi, secondo il Guinnes World Record, è stato giocato da più di 750 milioni di persone.
Sempre seguendo le stesse regole. Dopo aver lanciato i dadi,
il provetto finanziere ha l'obiettivo di speculare con un pizzico di astuzia e un po' di fortuna alla conquista del controllo totale del gioco.
Con questa formula vincente, il Monopoli ha spopolato negli anni,
finendo persino sotto il vaglio degli sviluppatori della Electronic Arts, che ne hanno proposto qualche tempo fa un'edizione per console.

Anche in “Googolopoly” l'obiettivo resta più o meno lo stesso di sempre: riuscire a diventare il più potente tra i giocatori, non solo cercando di essere il più ricco ma, soprattutto, inglobando gli altri nella propria azienda, così da poter gestire tutti i “flussi d'informazione”.

Così ecco che le caselle da conquistare diventano quelle della Microsoft, che succede alla gloriosa “Piazza Dante”; il “Vicolo Stretto” lascia il posto al social network “Facebook” e “Viale Vesuvio” viene cancellata a favore di “Yahoo”.

Ma le novità non finiscono qui: se si possiede la Microsoft e si pesca la carta “I'm Feeling Lucky” - ovvero la funzione di Google “Mi Sento Fortunato”, che in Googolopoly sostituisce la carta “Probabilità” -, il giocatore verrà “accusato” dall'Europa di monopolio e sarà costretto a pagare 200 Google-Shares, l'equivalente delle tradizionali banconote. E invece della sventurata carta “Prigione”, nella versione di Box.net c'è la “Dead Pool”, con la preoccupante scritta “404 Error - File Not Found”.

Puoi scricare Googolopoly: qui

Fonte: Il Messaggero